Cooperativa Migros Ticino
In Ticino per il Ticino
La farina bianca dei «Nostrani del Ticino»
11 settembre 2013

La farina bianca va ad aggiungersi alla famiglia dei Nostrani, che a fine 2012 contava oltre 300 articoli e una cifra d’affari di 23,3 milioni di franchi equivalente al 7% delle vendite del settore alimentare, a dimostrazione dell’interesse che i prodotti regionali suscitano tra una parte crescente della clientela.


Al termine di una stagione caratterizzata da un ottimo raccolto – qualitativo e quantitativo - di cereali, prende avvio la commercializzazione di un nuovo prodotto frutto della collaborazione tra il Mulino Maroggia e la Cooperativa Migros Ticino, la farina bianca nostrana. La farina è estratta dal frumento tenero coltivato in una trentina di aziende agricole del Piano di Magadino e del Mendrisiotto. Grazie alla collaborazione con il centro di ricerca Agroscope di Cadenazzo sono state selezionate le migliori varietà di frumento da destinare alla coltivazione, tenendo conto delle caratteristiche del territorio e del clima. Varietà che appartengono alle classi «Top», con alti valori proteici. La farina bianca dei Nostrani contiene inoltre sali minerali e vitamine in quantità superiori alla media poiché nella fase di lavorazione non viene valorizzata solo la parte centrale del chicco, bensì anche parti vicine alla crusca, più ricche di elementi nutritivi. Qualità normalmente riservate agli usi professionistici di panettieri e pasticceri, che fanno della farina bianca dei Nostrani in vendita nella confezione da un chilo un prodotto adatto a tutti gli usi casalinghi.
Anche la confezione è innovativa e di nuova generazione: prende infatti forma da un cosiddetto «film accoppiato», composto da uno strato interno di alcuni micron di spessore in polietilene e da una parte esterna in carta. Al momento dell’imballaggio della farina, il film accoppiato viene sagomato, tagliato e infine sigillato tramite calore, ciò che permette una migliore conservazione del prodotto, che risulta protetto in modo ottimale dall’umidità e da altri fattori esterni. Anche i lati del sacchetto vengono saldati, ciò che conferisce alla confezione la massima stabilità. Il mulino di Maroggia è la prima azienda svizzera del settore a dotarsi della tecnologia che permette di imballare con questa nuova tipologia di confezione.

Il Mulino Maroggia è attivo dal 1888. Tutta la merce viene fornita tramite ferrovia, con l’eccezione della produzione del Mendrisiotto. Per contenere il consumo di energia elettrica un sistema computerizzato ottimizza il funzionamento degli impianti per il trasporto verticale e per la lavorazione di chicchi e farine, regolando la potenza generata in base ai volumi effettivamente in lavorazione. I locali del mulino sono inoltre illuminati con tecnologia LED.

Dal 2005 la coccarda dei «Nostrani del Ticino» caratterizza i prodotti della regione. Il label è stato introdotto con l’obiettivo di aumentare l’incisività della comunicazione su questi prodotti; parallelamente Migros Ticino si è impegnata a promuovere la collaborazione con i partner del settore agroalimentare attivi nella Svizzera italiana. La coccarda contraddistingue oggi oltre 300 articoli, la cui qualità e provenienza ticinese sono verificate e certificate dalla Commissione del marchio Ticino. Il loro successo dimostra l’interesse tra una parte crescente della clientela per i prodotti a chilometro zero.



In allegato (pdf):
- Scheda sulle attività del Mulino Maroggia
- Scheda sui «Nostrani del Ticino»


Documenti da scaricare
Una scheda sul Mulino Maroggia e sui Nostrani del Ticino
Immagini da scaricare
Farina bianca nostrana