16 Mesi di Stagionatura

Novità: L’ Alpe Piora DOP a lunga stagionatura è il risultato di un insieme di fattori d’eccellenza.

La storia del formaggio Alpe Piora 16 mesi inizia sull’omonimo alpeggio leventinese, a 1960 metri s.m., dove da giugno a settembre abili mani artigiane trasformano il prezioso latte vaccino munto in alta quota in un caratteristico prodotto conosciuto e apprezzato non solo entro i confini cantonali. Con una superficie di 3500 ettari, di cui oltre 1000 di pascolo fino ai 2300 metri, è l’alpeggio più esteso del Ticino e la produzione annua di formaggio si aggira sulle 3000 forme. Le pregiate e aromatiche erbe foraggiere di montagna di cui si cibano le mucche – tra cui la piantaggine alpina, l’erba mutarina, il trepide dorato e vari tipi di trifoglio alpino – determinano la qualità del latte crudo utilizzato per produrre il Piora. Un formaggio grasso, extraduro, che seduce il palato grazie al suo tipico sapore genuino, delicatamente dolce, che acquisisce aromi ancora più complessi e seducenti col passare dei tempi di maturazione.

Le Cantine di Mendrisio
Dopo un affinamento sull’alpe di almeno 60 giorni – tempo necessario per potersi fregiare della prestigiosa DOP (Denominazione di Origine Protetta) – una selezione di forme Piora viene portata nelle cantine di Mendrisio per il proseguimento della stagionatura. Si ha notizia di questi luoghi fin dal Settecento, quando originariamente venivano utilizzati per la conservazione del buon vino, e successivamente anche di altri cibi come formaggi, insaccati e carni. Sapientemente costruite a ridosso della montagna, le grotte si caratterizzano per il loro sistema di ventilazione particolarmente efficiente che convoglia nei locali le correnti d’aria naturale generate dalla montagna stessa. Ciò permette di mantenere un’umidità e una temperatura costanti durante tutto l’anno. Le forme di formaggio qui giacciono per oltre un anno, amorevolmente girate e spazzolate, prima di giungere sulle nostre tavole.