Che cavolo vuoi?

Attualità Ortaggi invernali per eccellenza, i cavoli sono versatili e ricchi di sostanze benefiche per il nostro organismo. Migros ne offre un’ampia scelta, tra cui un tris di cavoletti misti composto da cavolfiore, broccoli e romanesco per piatti veloci e variegati

Una grande famiglia
La famiglia dei cavoli (brassicacee) annovera moltissime varietà, di forme, dimensioni e colori assai diverse tra di loro. Tra i più diffusi possiamo citare il cavolfiore, il broccolo, il romanesco, il cavolo cinese, i cavolini di Bruxelles, il cavolo rosso, la verza, la rapa e il cavolo cappuccio. I cavoli sono una delle verdure coltivate più antiche, già nella preistoria erano molto utilizzati dall’uomo. I romani li apprezzavano in modo particolare, attribuendo loro non solo virtù culinarie, ma anche un effetto aperitivo e stimolante, come pure li consideravano un rimedio per numerosi malesseri. Da un punto di vista nutrizionale, i cavoli sono ricchi di vitamine C, K e B, sali minerali, antiossidanti e sono efficaci nello stimolare la diuresi e l’intestino grazie all’alto contenuto di fibre. Insomma, non c’è niente di meglio per rafforzare il sistema immunitario durante la stagione fredda.

1. Cavolfiore
Il cavolfiore si consuma cotto o, se crudo, generalmente sott’aceto. Si lessa una quindicina di minuti cercando di non immergere completamente la testa nell’acqua in modo che cuocia praticamente al vapore. L’aggiunta di qualche goccia di limone, aceto o latte all’acqua di cottura permette di mantenere il colore bianco. Una volta cotto, può essere consumato fritto, impanato, saltato in padella, in insalata o gratinato.

2. Broccolo
Il broccolo è molto apprezzato per la sua delicatezza e il suo invitante e vivace colore verde. Ha un sapore di cavolo poco pronunciato che ricorda quello degli asparagi verdi. Il suo valore nutritivo è superiore a quello del cavolfiore. Si presta bene per la surgelazione (fino a 12 mesi). Si cuoce porzionato in acqua salata o al vapore per ca. 6-8 minuti. Evitare la pentola a pressione per non sfaldarlo.

3. Romanesco
Tipico ortaggio italiano, il romanesco o broccolo romanesco è particolarmente diffuso nella regione Lazio. Le sue eleganti infiorescenze di colore verde tenue presentano una caratteristica forma piramidale con rosette a spirale. La sua cottura dovrebbe essere rapida, massimo 10 minuti, di preferenza al vapore per preservarne le proprietà nutrizionali. Si abbina bene al pesce e, come tutti i cavoli, alla carne di maiale.