Del pollame per la tavola natalizia

Attualità Le specialità a base di carne avicola che trovate nei negozi Migros sono davvero tante. E non mancano quelle particolari…

Le festività di fine anno sono un inno ai piaceri della buona cucina. In molti paesi, compreso il nostro, le specialità di pollame rappresentano spesso un piatto tradizionale che non può mai mancare sulla tavola di Natale. Grazie alle sue carni tenere e succose, il tacchino la fa sicuramente da padrone e costituisce una gustosa alternativa ai classici arrosti, roast beef, filetti ecc. Solitamente si usa cucinarlo con un sostanzioso ripieno a base di frutta, verdura, carne, formaggio o noci, particolare che conferisce alla carne ancora più morbidezza e sapidità. Il tacchino è originario dell’America e venne introdotto in Europa dagli spagnoli nel 16° secolo. Un tempo era considerato un piatto riservato ai più ricchi, poiché gli animali erano difficili da allevare e la disponibilità era limitata. I meno abbienti se lo concedevano solo nelle occasioni speciali dell’anno, come appunto il Natale. Inoltre, grazie alle sue dimensioni, era una pietanza che riusciva a soddisfare al meglio la fame di molti ospiti. Nei reparti macelleria e surgelati dei supermercati Migros sono disponibili tacchini di diverse grandezze e dal peso fino a 10 kg, come pure il tacchino da allevamento biologico. Al banco trovate inoltre il tacchino disossato, farcito con un aromatico ripieno di carne. Tra le specialità di particolar pregio dell’assortimento segnaliamo il pollo di Bresse. Originario dell’omonima regione della Francia orientale, ad un centinaio di chilometri da Ginevra, si fregia della Denominazione di Origine Controllata fin dal 1957. Il suo aspetto unico si caratterizza per il piumaggio interamente bianco, le zampe blu e la cresta di color rosso brillante. È allevato all’aria aperta, su vasti prati, ed è foraggiato con mais, frumento, cereali e prodotti lattieri provenienti esclusivamente dalla regione di Bresse. Dal punto di vista gastronomico, per il suo sapore delicato è un prodotto molto ricercato dai più fini buongustai. Possiede una carne soda, tenera, fondente, ben marmorizzata e una pelle fine e perlata. Per una cottura ideale bisogna calcolare ca. 45 minuti per ogni kg di peso, a 180°C. Evitare di pungerlo durante la cottura, ma bagnarlo con il suo succo ogni quarto d’ora. Altre specialità molto in voga durante le festività sono ancora la faraona, con le sue carni dal sapore più marcato rispetto al pollo, che ricordano quelle del fagiano; l’oca, solitamente deliziosamente farcita e cucinata arrostita o brasata al forno; l’anatra, rinomata per la sua resa e la qualità della sua carne che presenta un caratteristico gusto leggermente muschiato e il cappone che, grazie ad una carne dal sapore delicato e una tenerezza che si scioglie in bocca, regala sempre molte soddisfazioni in cucina. Infine, segnaliamo che l’assortimento di pollame conta naturalmente ancora il pollo fresco svizzero Optigal intero, un grande classico di qualità ideale anche per i palati più raffinati.

La Ricetta
Il tacchino ripieno della tradizione

Ingredienti per ca. 5-6 persone • 100 g di pane, ad es. di Sils • 1 cipolla grossa • 200 g di frutta secca mista • 200 g di castagne surgelate • 120 g di pancetta a dadini • 1 tacchino da ca. 3-4 kg, ordinabile in anticipo dal macellaio Migros • sale • 2 dl d’acqua
Procedimento
1. Scalda il forno a 200 °C. Per la farcia, taglia il pane a dadini piccoli, la cipolla a spicchi grossi. A seconda delle dimensioni, dimezza la frutta secca. Mescola tutto con le castagne e la pancetta.
2. Riempi la cavità ventrale del tacchino con la farcia. Lega le cosce sulla cavità ventrale con spago da cucina. Sala il tacchino e accomodalo in una brasiera. Aggiungi l’acqua nella brasiera e rosola il tacchino in forno per 20 minuti. Abbassa la temperatura a 170 °C. Cuoci il tacchino per ca. 2 ore, spennellandolo di tanto in tanto con il grasso che si forma nella brasiera. Spegni il forno e lascia riposare il tacchino per ca. 20 minuti, lasciando lo sportello del forno aperto. Prova cottura: la temperatura interna della carne deve aver raggiunto 85 °C.
3. Trancia il tacchino ed estrai la farcia. Accompagna la carne con un contorno di ortaggi invernali e purè di patate.