Ecco Come Conservare Frutta E Verdura Autunnali

Fichi, cavoli, zucche…L’autunno ci sorprende con la sua frutta stagionale dai colori sgargianti. Sottovetro l’allegro raccolto si trasforma in uno squisito piacere che d‚inverno mette di buon umore. Cinque idee regalo natalizie per far splendere l’arcobaleno in casa dei vostri più cari amici.

Quando gli alberi sono carichi di mele e prugne, e le zucche cominciano a far capolino dagli scaffali del reparto frutta e verdura, è il momento di dedicarsi all’arte del sottovetro. Questa permette di conservare i sapori del raccolto autunnale e di preparare regalini, con cui strappare un sorriso ai nostri cari quando le giornate iniziano ad accorciarsi. Le nostre ricette catturano in vasetto lo spirito dei colori delle delizie autunnali. Il piccolo lessico dei colori spiega come agiscono a seconda della loro tonalità.

Pieni di energia con il rosso
Il rosso è il colore dell’amore e del fuoco, dicono gli psicologi del colore. La bacca autunnale che rappresenta alla perfezione questo colore è il cranberry, il mirtillo rosso, che contiene sostanze vegetali secondarie che fanno bene al cuore. Sotto forma di chutney di cranberry e cipolle si sposa a meraviglia con il formaggio e con le terrine.

Chutney di cranberry e cipolle

Tagliate le cipolle a striscioline, la mela a dadini. In una pentola ampia, portate a ebollizione tutti gli ingredienti fino alla miscela di bacche compresa. Lasciate cuocere per ca. 30 minuti, rimestando di ogni tanto finché il chutney risulta denso. Riempite con il chutney i vasetti sciacquati con acqua bollente fino al bordo. Sigillateli subito e lasciate raffreddare. Fate riposare per 1-2 settimane prima di consumare. Preparazione: ca. 30 minuti + cottura 30 minuti. Conservazione: al buio e al fresco il chutney si conserva per 12 mesi. Consiglio: invece dei cranberry freschi potete ricorrere a quelli surgelati o utilizzare dei ribes. Non occorre scongelare le bacche prima di cuocerle. Altrimenti la preparazione rimane la stessa.

Felici con l’arancione
L’arancione sta per l’ottimismo e la gioia di vivere. Ed è sempre un gran piacere regalare gioia agli altri! Anche perché, così facendo, si fa qualcosa di buono per la loro salute. Il colorito arancione della polpa degli ortaggi è infatti dovuta al betacarotene, che il corpo può trasformare in vitamina A, un toccasana per la pelle e gli occhi. Cosa aspettiamo a spalmare la crema di zucca sul pane?

Crema di zucca al croccante
Tostate le arachidi in una padella antiaderente senza farle scurire. Tritatele grossolanamente a mano o col tritatutto. Tagliate a pezzi la zucca e la mela. Dimezzate per il lungo il baccello di vaniglia e raschiate via i semini. Portate a bollore tutti gli ingredienti fino al succo d’arancia compreso. Incoperchiate e fate cuocere per ca. 15 minuti, finché la zucca e la mela si sono ammorbidite. Eliminate il baccello di vaniglia e riducete in una purea fine con il tritatutto. Incorporate le arachidi e il grasso di cocco. Riempite di crema di zucca i vasetti sciacquati con acqua bollente e sigillateli subito. Fate raffreddare. Preparazione: ca. 30 minuti. Conservazione: al buio e al fresco la crema di zucca si conserva per 6 mesi.

In armonia con il verde
Il verde tranquillizza e mette in armonia. Il cavolo bianco, un ortaggio verde pallido, contiene molta vitamina C e va gustato crudo con una salsiccia o un tomme al forno. I fichi alle spezie invece vanno accompagnati con una torta di formaggio o delle specialità autunnali.

Cavolo piccante sottovetro
Dimezzate i cavoli e privateli del torsolo. Affettate finemente la verdura a mano, o con l’affettaverdure. Sbollentate in acqua salata per 2 minuti, poi scolate. Tagliate il peperone a dadini e i peperoncini a fettine. Portateli a ebollizione in una pentola ampia assieme agli ingredienti restanti e cuocete per 5 minuti. Togliete la padella dal fuoco, versate i cavoli nel decotto, mescolate bene e cuoceteli per 5 minuti. Distribuite nei vasi risciacquati con acqua bollente. Coprite con il decotto fino al bordo del vaso e incoperchiate subito. Lasciate raffreddare. Fate riposare i cavoli qualche giorno prima di consumarli. Preparazione: ca. 25 minuti. Conservazione: al buio e al fresco i cavoli si conservano per 6 mesi. * La miscela di spezie araba contiene coriandolo, pepe, grani di senape, cumino, finocchio, zenzero, cannella, scorza d’arancia essiccata e peperoncino

Mente lucida con il blu
Il blu rappresenta la calma e il pensiero lucido. Il frutto deve il suo colore intenso alle antocianine che hanno un effetto antiossidante sulle cellule. Con una pallina di gelato o, al posto delle solite mele, come contorno della selvaggina la prugna si rivela in una bontà sorprendente.

Fichi alle spezie
Portate a ebollizione in una pentola ampia le spezie e tutti gli altri ingredienti fino allo zucchero compreso e fate ridurre per ca. 10 minuti. Sfregate i fichi con un panno umido e punzecchiateli alcune volte tutt’attorno con un ago. Adagiate i fichi nello sciroppo senza cuocerli. Incoperchiate e fate riposare per ca. 15 minuti finché sono impregnati completamente di succo. Portate a bollore i fichi nel succo e distribuiteli subito nei vasi sciacquati con acqua bollente. Riempite i vasetti con lo sciroppo bollente e sigillateli subito. Lasciate raffreddare. Fate riposare i fichi per qualche giorno prima di consumarli. Preparazione: ca. 30 minuti. Conservazione: al buio e al fresco le susine si conservano per 4 mesi.

Susine al forno con cannella
Scaldate il forno a 170 °C. Lavate per bene le susine, poi dimezzatele e snocciolatele. Sistematele in una pirofila, unite il bastoncino di cannella e cospargete il tutto con ca. 50 g di zucchero. Grattugiatevi sopra finemente la scorza d’arancia. Cuocete le susine in forno per 15 minuti. Spremete l’arancia e filtrate il succo con un colino. Fate bollire per 10 minuti con il succo d’uva, lo zucchero rimasto e l’aceto. Unite con cautela allo sciroppo il succo che si è formato durante la cottura delle susine. Distribuite le susine calde, a piacimento con un po’ di cannella, nei vasi sciacquati con acqua bollente. Riempite i vasi fino al bordo con lo sciroppo bollente. Sigillateli subito e lasciate raffreddare. Fate riposare per 1-2 settimane prima di consumare. Preparazione: ca. 30 minuti + cottura sul fornello e in forno 25 minuti. Conservazione: al buio e al fresco le susine si conservano per 12 mesi.

Scopri tanti altri consigli su: iMpuls