Fagiolini Freschi Svizzeri: L’Ingrediente Che Non Può Mancare A Tavola!

Attualità: Pochissime calorie, alta digeribilità e tante vitamine per i vostri piatti più leggeri.

Sebbene il nome aiuti a capire il legame con il fagiolo, spesso i fagiolini non vengono considerati dei legumi, tuttavia ne fanno parte a pieno titolo. I fagiolini, sono tanto particolari perché, altro non sono che fagioli raccolti immaturi quando i semi devono ancora formarsi e lo spesso baccello è commestibile. Ne esistono numerosissime varietà: nane o rampicanti, precoci o tardive, a baccello curvo, diritto e stretto, diritto e largo o anche lunghissimo, di colore verde, bianco, giallo e viola. A differenza di fagioli, ceci e lenticchie, pur conservando un alto tenore proteico, sono ipocalorici e facilmente digeribili, il che li rende davvero l’ingrediente perfetto per i vostri piatti estivi. Si mondano eliminando circa un centimetro da entrambe le estremità, poi si lavano bene in acqua fredda e, infine, si sciacquano sotto l’acqua corrente. Vanno consumati cotti in quanto la cottura elimina un enzima che li renderebbe altrimenti indigesti. I tempi di cottura variano a seconda dei gusti: 20 minuti per una cottura normale oppure 10 minuti per una cottura al dente. Preferendo quest’ultima i fagiolini avranno un colore più vivido, subiranno una perdita minore delle proprietà nutrizionali e il baccello conserverà la sua croccantezza… ricordatevi però, una volta pronti, di metterli nel ghiaccio per bloccarne la cottura! Una volta bolliti, possono essere conditi a piacimento semplicemente con olio o aceto e consumati come contorno, ma si dimostrano versatili per vari tipi di preparazioni, anche per le insalate. Provate l’insalata di fagiolini con mandorle, pomodorini e formaggio fresco e arricchitela con cubetti di pane dorato. Un accorgimento per fare in modo che anche i più piccoli mangino volentieri questi legumi, può essere quello di utilizzarli come ingrediente principale per un polpettone o ripieno per una torta salata da gustare anche fredda.
/ Elisa Zuin, blogger