Formaggi Sfiziosi Per La Stagione Calda

Attualità: Alcune proposte dell’Angolo del Buongustaio Migros che delizieranno ogni palato.

Primo Sale vaccino alla rucola
Nel formaggio primo sale alla rucola si cela la sapienza dell’antica tradizione casearia italiana. È un formaggio di latte di mucca fresco, morbido e delicato. Salato una volta sola, lo si può consumare a pochi giorni dalla sua produzione, semplicemente condito con un poco di olio extravergine, pepe e sale.

Ricotta vaccina nostrana
Prodotta dall’Azienda Agricola «Fattoria del Faggio» di Sonvico e disponibile a libero servizio, è fatta con il siero di latte vaccino residuo della lavorazione del formaggio e «ricotto». Dolce, acidula e gradevole al gusto, si presenta con la sua tradizionale forma troncoconica, una pasta biancastra e una struttura grumosa. Un tempo considerata il formaggio dei poveri, la ricotta si consuma fresca e semplice, condita con sale, pepe o zucchero, ma può anche essere un ottimo ingrediente nella preparazione di ricette più elaborate.

Burrata in foglia
La Burrata è un formaggio fresco e dolce di latte vaccino, a pasta filata, affine alla mozzarella, ma dalla consistenza più morbida e filamentosa. In origine la burrata serviva per prolungare la durata di conservazione del burro. Il ripieno si caratterizza per la sua massa sfilacciata e spugnosa immersa nella panna. Tagliare la burrata solo al momento di servire affinché il cuore morbido non fuoriesca troppo.

Lo squacquerone di Romagna
Si tratta di un formaggio molle senza crosta a base di latte intero. È un prodotto DOP dell’Appennino Romagnolo e ha un sapore delicato e dolce, di latte acidulo, mentre la sua consistenza è cremosa. È un formaggio dalle origini antiche: Antonio Mattioli, nel suo Vocabolario romagnolo italiano, ricorda infatti che lo scrittore del I secolo d.C. Petronio Arbitro, nel suo noto romanzo Satyricon, menzionava un certo «caseum mollem», formaggio morbido, simile a quello che oggi potrebbe essere lo squacquerone. La piadina con squacquerone e crudo è un piatto romagnolo imprescindibile.

Mozzarella vaccina
La mozzarella è oggi uno dei formaggi freschi più conosciuti e consumati al mondo, grazie alla sua versatilità in cucina e al caratteristico sapore di latte fresco. Originaria della Campania, veniva prodotta già a partire dal XII secolo con latte di bufala, anche se oggi è più diffusa quella di latte di mucca. Il suo nome deriva dal fatto che durante la fase di lavorazione la massa di pasta filata calda viene letteralmente «mozzata» per ottenere la tipica forma sferica.

Stracciatella
Formaggio fresco a pasta filata, la stracciatella è tipica delle regioni Puglia, Basilicata e Molise. È composta dal ripieno medesimo della burrata. La pasta filata viene «stracciata» a mano e arricchita con panna fresca. Cremosa e di colore bianco paglierino, ha un gusto molto delicato che ricorda quello del latte fresco appena munto.