Grana Padano stagionato 16 mesi

Attualità È uno dei formaggi italiani più conosciuti e apprezzati al mondo e questa settimana è in offerta speciale nei supermercati di Migros Ticino

Lo sapevate che il Grana Padano è conosciuto fin dal 12° secolo? Furono infatti i monaci cistercensi dell’abbazia di Chiaravalle che, nel 1135, per trovare il modo di conservare la grande disponibilità di latte data dal crescente sviluppo dell’allevamento del bestiame, crearono la ricetta di un formaggio a pasta dura e granulosa, a cui venne attribuito spontaneamente il nome di «grana». Grazie al suo caratteristico sapore dolce, alle sue proprietà nutritive e alla lunga conservabilità, ben presto la produzione si sviluppò in modo determinante in tutta la Pianura Padana. Le modalità di produzione del Grana Padano sono praticamente rimaste invariate nei secoli.

Un formaggio inconfondibile
Il Grana Padano viene oggi prodotto da caseifici situati in una vasta area che comprende oltre trenta province delle regioni Lombardia, Emilia-Romagna, Piemonte, Trentino-Alto Adige e Veneto. È un formaggio a Denominazione di Origine Protetta (DOP), la cui qualità è garantita dall’omonimo Consorzio di tutela. Il latte utilizzato per la sua produzione proviene da mucche alimentate con foraggi freschi ed essiccati, nonché miscele di cereali e leguminose ottenuti attenendosi al disciplinare di produzione. Il processo di caseificazione si rifà alle tradizioni secolari sviluppate dai monaci, rispettando naturalmente le moderne esigenze igienico- sanitarie.

Caratteristiche e stagionatura
Le forme di Grana Padano DOP hanno una tipica forma tonda, del diametro di ca. 40 cm e di un’altezza di ca. 20 cm. Il peso di una forma varia tra i 24 e 40 kg. Sulla crosta è impresso a fuoco il simbolo del Consorzio. È un formaggio dalla pasta dura finemente granulosa, assente da occhiature, dal colore bianco o giallo paglierino a seconda della durata della stagionatura. La pasta si rompe in scaglie sotto pressione della lama. Il gusto è tipicamente fragrante e deciso, ma al contempo delicato, che diventa più corposo con il prolungarsi dell’affinamento. La lunga stagionatura avviene in un ambiente con temperatura e umidità controllate e dura da un minimo di 8 a un massimo di 24 mesi.

Conservazione e consumo
Si consiglia di conservare il Grana Padano in frigorifero avvolto in un panno umido per evitare che si asciughi troppo e di scagliarlo solo al momento del consumo. Il formaggio è da sempre un ingrediente indispensabile per valorizzare i piatti tipici della cucina mediterranea. Lo si consuma da solo a scaglie come aperitivo o durante i pasti, grattugiato in una moltitudine di piatti oppure a lamelle accostato a insalate, salumi e carni crude.