In un mercato sempre più difficile Migros Ticino continua a investire

La cooperativa ha operato in un mercato regionale del commercio al dettaglio nuovamente in flessione (di ca. 2/2.5 punti percentuali) a causa della diminuzione dei prezzi, del forte turismo degli acquisti e dello sviluppo del commercio online, in particolare nel settore non alimentare.

 

L’azienda ticinese (Cooperativa Migros Ticino + Activ Fitness SA) chiude il 2016 con una cifra d’affari consolidata di 479,5 milioni di franchi, in calo del 2.64% rispetto all’anno precedente.

Sul fatturato di Migros Ticino, oltre alle diminuzioni di prezzo (ca. -0.7%) hanno pesato i lavori per la radicale ristrutturazione della filiale di Lugano Centro, una delle più importanti della cooperativa (ca. -1%).

Anche nel 2016, nonostante la situazione difficile, Migros Ticino ha però continuato a investire nel territorio, rinnovando e ampliando le sue sedi: oltre al centro commerciale di Lugano, è stato infatti completamente ammodernato il negozio di Massagno-Radio. Sono state quindi aperte altre tre attività: un nuovo supermercato a Sementina, il primo take away di nuova concezione – Frescotto – alla stazione FFS di Bellinzona e, dopo il successo registrato dai due centri di Losone e Lugano, un terzo Activ Fitness a Bellinzona.

Migros Ticino ha continuato a sviluppare (e continuerà a farlo in futuro) la propria offerta di beni e servizi commerciali con un occhio di riguardo per la regione nella quale opera, per i prodotti della nostra terra (Nostrani del Ticino) e per quelli sostenibili, e cioè a basso impatto ambientale e con ampia valenza sociale, sempre in linea con la sua filosofia e nel quadro delle promesse di Generazione M.

Nel settore della formazione continua le ore di frequenze della Scuola Club di Migros Ticino sono cresciute dello 2,8%, attestandosi a 291’029, con un risultato particolarmente positivo per i percorsi formativi con diploma nel settore wellness e fitness e in quelli della formazione aziendale e della formazione di guida. Anche le oltre cento proposte culturali sostenute dal Percento culturale di Migros Ticino sono state caratterizzate da alti livelli di partecipazione e gradimento, mentre il settimanale d’informazione e cultura Azione ha visto nuovamente aumentare il numero di lettori, che ora sono 118’000.

Ulteriori informazioni sull’esercizio 2016 verranno comunicate il prossimo 23 di marzo presso la sede di S. Antonino, in occasione della consueta conferenza stampa annuale.