La pianta delle Feste

Attualità La sgargiante stella di Natale rallegra il periodo dell’Avvento e non solo. Nei reparti fiori e Do it + Garden Migros sono disponibili le piante di produzione ticinese

Tanto amata quanto l’albero di Natale, la poinsettia, o stella di Natale, con i suoi intensi colori è perfetta per decorare la nostra abitazione e regalarci una magica atmosfera festiva. «Gran parte delle piante vendute attualmente alla Migros sono coltivate in Ticino dall’azienda a conduzione familiare Rutishauser di Gordola, la quale, da novembre a fine dicembre, produce oltre 40’000 stelle», spiega Daniele Costa, responsabile acquisti piante e fiori presso Migros Ticino. «Prediligiamo i prodotti della regione anche perché sono piante sensibili al trasporto e al freddo: troppi shock termici le manderebbero in “crisi”». Essendo una pianta che ama gli ambienti caldi e molto luminosi, andrebbe posizionata vicino alle finestre, ma lontana dalle correnti d’aria e dagli sbalzi di temperatura. Perché duri a lungo è importante mantenere il terriccio sempre umido, ma evitando i ristagni d’acqua che farebbero marcire le radici. «Di varietà ce ne sono molte – continua Costa –, come quelle di colore rosa o bianco, ma quella più apprezzata è la classica di tonalità rosso acceso. Per la nostra clientela abbiamo selezionato le piante con le fioriture sgargianti e, soprattutto, resistenti e forti». Come detto pocanzi, la stella di Natale è conosciuta anche con il nome di poinsettia, in onore a un certo Joel Poinsett, primo ambasciatore americano in Messico e grande appassionato di botanica che, nel 1828, la introdusse negli Stati Uniti dopo averla scoperta allo stato selvatico nelle foreste tropicali nel paese centramericano. Oltre alle magnifiche stelle di Natale, alla Migros si trovano però anche altre piante tipiche delle festività di fine anno: «Il nostro assortimento annovera pure le rose di Natale (helleborus), molto apprezzate per la fioritura natalizia e per il fatto che possono restare senza problemi anche all’esterno. Abbiamo poi il cactus di Natale (schlumbergera), i ciclamini, l’Amaryllis e l’Anthurium», conclude Daniele Costa.