Le melanzane nostrane bio

Attualità Gli ortaggi dell’orticoltore Floriano Locarnini di Sementina per succulenti piatti dal sapore mediterraneo

Le melanzane sono tra i grandi classici dell’orticoltura e della cucina mediterranea. Anche il Ticino vanta una lunga tradizione nella coltivazione di questo ortaggio, accanto a quella del pomodoro e delle zucchine. Per crescere bene, le melanzane prediligono i climi ben soleggiati e con temperature non inferiori ai 15 gradi durante il periodo di vegetazione. Mentre il terreno ideale dovrebbe essere «poco argilloso, ma ricco di materia organica», precisa Floriano Locarnini, produttore biologico da oltre vent’anni. Nella sua azienda orticola di Sementina coltiva questa pianta della famiglia delle solanacee tra maggio e settembre su una superficie di ca. 2000 metri quadri, senza l’utilizzo di fertilizzanti chimici e fitosanitari di sintesi, ma solo con l’ausilio di sostanze e antagonisti naturali. «In linea di massima, le melanzane sono facili da coltivare e non richiedono particolari trattamenti», spiega Floriano Locarnini. «Per prevenire le malattie fungine e gli insetti dannosi utilizziamo dello zolfo e un olio a base di sale di potassio. Per quanto riguarda i parassiti, uno dei maggiori nemici delle piante è il pericoloso ragnetto rosso, un insetto in grado di distruggere intere colture. Per combatterlo utilizziamo degli antagonisti naturali, per esempio il phytoseiulus persimilis e il macrolophus pygmaeus, dei voraci insetti predatori che si nutrono del nocivo ragnetto ». In cucina le melanzane sono l’ingrediente base nella preparazione delle più classiche ricette mediterranee, come la parmigiana in Italia, la ratatouille francese oppure la moussaka greca. Sono ottime anche grigliate condite con un filo d’olio d’oliva. Non si prestano per il consumo crudo poiché contengono solanina, che può essere problematica per la salute. Per distruggerla è opportuno consumare gli ortaggi cotti o spurgati della loro acqua di vegetazione, tagliandoli a fette e cospargendoli di sale. Quest’ultima operazione permette anche di eliminarne il sapore amarognolo. Le melanzane si sposano a meraviglia con aromi quali origano, basilico, coriandolo, curcuma e peperoncino.