Naso e cuore

Gli odori evocano emozioni e ricordi, seducono e infastidiscono, avvolgendoci con il loro effluvio in ogni attimo della vita. Con le narici ben aperte scopriamo l’universo olfattivo che ci circonda.

Ci sono case nelle quali ci si sente subito a proprio agio. E non solo per via del bel panorama, dell’architettura o dell’arredamento. È l’odore a fare la differenza. In queste stanze si percepisce una nota aromatica e resinosa, ma anche fresca e delicata. Il profumo si diffonde nelle mie narici e mi accorgo che mi fa bene. Legno di cembro, rivela il padrone di casa, che ne ha fatto rivestire diversi locali, perché questo legno sa di Engadina e dei tempi di una volta, di montagna e di vacanze.

Gli odori regalano benessere e intensità alla vita. E la contrassegnano con un marchio indelebile. Ogni volta che respiriamo, percepiamo le fragranze attorno a noi. Fin dai primi giorni della nostra vita, non esistono momenti non caratterizzati da questi segnali olfattivi. Ogni due secondi, il naso trasmette le informazioni al sistema limbico, che gestisce le nostre emozioni nel cervello. «Non appena percepiamo un odore, in noi si schiude un intero universo di emozioni e ricordi», osserva il noto esperto di profumi e fisiologo cellulare Hanns Hatt. Ricordi che sembravano persi vengono risvegliati e appaiono così vivi, come se tutto fosse accaduto ieri. L’olfatto però, con l’avanzare degli anni, si affievolisce. Hatt raccomanda di allenare in modo mirato la capacità olfattiva, anche perché è un buon esercizio per il cervello.

Leggi l’articolo completo: VIVAI-Naso E Cuore