Piatti Con Un Certo Non So Che

Attualità Alcune gustose idee facili da cucinare per la tavola di Pasqua.

Il nostro vasto assortimento di prelibatezze gastronomiche tipicamente pasquali permette a ognuno di allestire invitanti menu in grado di stuzzicare l’appetito a tutti gli invitati. Per chi ha poca dimestichezza con i fornelli, o semplicemente ha poco tempo per «spadellare» o desidera sperimentare nuovi sapori, abbiamo introdotto alcune specialità pronte da infornare che lasciano… «più tempo per gli ospiti». La faraona farcita è un grande classico dei banchetti festivi. Rispetto al pollo, possiede una carne soda, con un sapore al contempo pronunciato ma anche delicato, che ricorda la selvaggina. La faraona è ottima arrostita o brasata, e si sposa molto bene con le spezie e i sapori dolci della frutta, sia fresca che secca. La nostra faraona viene accuratamente preparata con una farcitura composta da pistacchi, noci, uvetta, vitello, maiale, uova, pane, formaggio, amaretti e castagne e, una volta avvolta nella pancetta, deve solo essere cotta nel forno tradizionale preriscaldato a 160-190 gradi per ca. 90 minuti. Un’altra preparazione che accontenta i palati più esigenti grazie alla sua sapidità, è il filetto di maiale avvolto in una friabile crosta di pasta sfoglia. Il filetto è il taglio più pregiato del maiale e richiede tempi di cottura relativamente brevi per poterne apprezzare tutta la sua tenerezza e succosità. Preparata con carne di origine svizzera, questa pietanza può essere riservata presso il banco macelleria di fiducia ed è pronta in una mezz’oretta, cuocendola nel forno casalingo a 180 gradi. Infine, ecco uno dei piatti di alto livello più gettonati dai commensali durante le ricorrenze più importanti: il filetto di manzo alla Wellington. Preparato con cura dal Salumificio Angelo Valsangiacomo di Mendrisio nel rispetto della ricetta originale, con l’utilizzo di tenerissimo filetto di manzo di provenienza svizzera, il Wellington pronto è sufficiente per sei persone e necessita solamente di essere infornato alla temperatura di 180 gradi per ca. 25 minuti. Esistono pochi piatti tanto succulenti quanto il manzo alla Wellington. Questo succoso taglio di carne cotto al sangue, ricoperto di una farcia di funghi, senape, prosciutto crudo e avvolto in una crosta di sfoglia dorata al punto giusto, è da sempre amato da grandi e piccoli buongustai. La ricetta fu creata in onore del duca di Wellington, eroe della battaglia di Waterloo, dove duecento anni fa sconfisse Napoleone Bonaparte.