SportXX: Consulenza Snowboard

Consigli per l’acquisto: Qui scopri tutto su modelli e forme di snowboard. Inoltre, ti forniamo utili consigli sulla direzione degli attacchi e preziose informazioni per l’acquisto degli scarponi.

All Mountain
Per snowboarder polivalenti che cercano il piacere estremo della tavola.

  • Semplice avvio della curva
  • Facile conduzione in curva
  • Elevata stabilità e tenuta perfetta delle lamine

Freestyle
Ideale per park, jibbing, halfpipe e trick.

  • Buone caratteristiche allround
  • Spesso con costruzione twin tip

Tavole da donna
Tavole appositamente calibrate all’anatomia femminile con le seguenti caratteristiche:

  • tavole versatile con facilitano la conduzione in curva
  • miglior controllo
  • sforzo ridotto in conduzione sugli spigoli

Geometria
Lunghezza
La lunghezza degli sci è determinata in primo luogo dalla statura, dal peso, dall’età, dalla forma fisica, dal sesso e dallo stile di sciata. Gli sci più corti consentono di affrontare le curve più strette nonché più curve in successione. Posto verticalmente, uno sci di lunghezza usuale sia per bambini che per adulti deve avere la punta tra il petto e la testa della persona.

Tecnologia ROCKER: Ski e snowboard con servosterzo
In uno sci o in una tavola da snowboard, Rocker significa inversione della compressione anteriore, ossia compressione negativa. Appoggiato su una superficie piana, lo sci o la tavola evidenzia una curvatura verso l’alto già prima della punta. Questa lieve flessione sposta i punti di contatto verso il centro della tavola o dello sci.
Sci e snowboard dotati della tecnologia Rocker, a seconda della variante scelta, risultano facili da manovrare, versatili e sicuri, per il 100% di divertimento nella neve!

Direzione degli attacchi
Per montare gli attacchi sono necessarie le seguenti informazioni:

  • scarponi da snowboard (numero degli scarponi)
  • goofy (gamba destra davanti) o regular (gamba sinistra davanti)
  • angolatura
  • stance (distanza tra il centro dei due attacchi)

Non esistono suggerimenti validi per tutti per quanto riguarda l’angolo e lo stance degli attacchi; l’unica cosa certa è che la lunghezza delle suole degli scarponi deve essere commisurata alla larghezza della tavola. Infatti, se la tavola è troppo stretta per lo scarpone, con scarsa angolatura, la punta o il tallone fuoriescono dalla stessa, con conseguenti possibili cadute in caso di curve strette.

Quale piede va davanti: goofy o regular?
Per sapere quale piede deve stare davanti sulla tavola, occorre mettersi in posizione eretta con i piedi paralleli e farsi dare una spinta da dietro. La gamba che automaticamente si sposta in avanti per bloccare la caduta è la gamba responsabile dell’equilibrio, quella che sulla tavola deve essere piazzata davanti, in direzione di marcia.

Angoli
Oggi gli angoli minimi o negativi (punte verso il tail) sono molto apprezzati. Questi angoli facilitano l’atterraggio dopo i salti, le rotazioni su sé stessi e la conduzione in fakie. Vengono utilizzate soprattutto nel freestyle e nel freeride. Le tavole più strette possono essere utilizzate su pendenze più ripide, permettendo un miglior controllo dell’andatura in una direzione (per es. nel caso delle tavole da competizione)

Scarponi da snowboard
Requisiti
Tra gli scarponi da snowboard si distinguono i modelli morbidi e quelli rigidi. Poiché spetta allo snowboarder decidere quale variante gli si addice in base a stile, tavola e gusto personale, noi possiamo limitarci a dare un paio di suggerimenti generici in termini di requisiti. Gli scarponi devono avere una buona calzabilità per garantire tenuta e stabilità. Devono inoltre offrire una trasmissione ottimale della forza per assicurare brevi tempi di reazione. È infine auspicabile che possiedano un semplice sistema di allacciatura o di aggancio per poterli fissare al piede rapidamente e in tutta facilità

Sistemi di allacciatura
Allacciatura con laccio: il sistema tradizionale con laccio è sicuramente il più diffuso. I sistemi di allacciatura di scarponi di elevata qualità consentono una regolazione precisa grazie a due zone separate di chiusura: una per il gambetto e una per la parte inferiore della scarpa. In questo modo lo scarpone può essere fissato saldamente e con precisione al piede.
BOA system: qui il laccio è sostituito da un sottile cavetto in acciaio fatto girare attorno a una rotella di regolazione. I vantaggi di questo sistema consistono nella facilità di chiusura e nel fatto che, una volta allacciato, lo scarpone conserva la sua aderenza e stabilità per tutto il giorno.

Scopri tanti altri consigli su: SportXX/Consulenza