Tante Vitamine A Poco Prezzo

Attualità: fino al 21 gennaio, ogni settimana, alla vostra Migros trovate tre articoli di frutta e verdura all’incredibile prezzo di 1 franco a confezione. La dietista Pamela Demenga spiega quali sono i benefici dei prodotti in offerta questa settimana.

Kiwi
«Si adatta a climi che lo proteggano dai geli tardivi della primavera e precoci d’autunno, come pure dalla grandine. Cresce anche alle nostre latitudini. Non è ormai più considerato un frutto prettamente “tropicale”. Le sue virtù sono numerose. Il kiwi è ricchissimo di vitamina C: ne contiene, infatti, quasi il doppio rispetto alle arance e mangiare ogni giorno un kiwi è sufficiente per coprire più dell’80% del nostro fabbisogno in vitamina C. È molto interessante anche notare che la quantità di vitamina C nel frutto rimane stabile per lungo tempo grazie alla protezione della spessa buccia e dalla presenza di acidi organici. Per approfittare al massimo della ricchezza in vitamina C, è preferibile consumare i kiwi crudi con un cucchiaino, sufficientemente maturi, ma non troppo. Il kiwi non tollera i latticini».

 

Insalata iceberg
«La lattuga iceberg è una delle insalate preferite dagli Svizzeri. Originaria degli Stati Uniti, deve il suo nome al fatto che un tempo veniva trasportata nei mercati in casse riempite di ghiaccio. Nel profilo nutrizionale risalta il basso apporto calorico, 12 kcal per 100 g, che fa di questa croccante lattuga un apprezzato ingrediente per accompagnare i pasti. Contribuisce all’apporto giornaliero di potassio, fibre e acido folico (vitamina B9). Quando si acquista, è importante che la lattuga iceberg sia soda al tocco. Può conservarsi una o due settimane al fresco, il che rappresenta un vantaggio per averne una scorta durevole; infine si raccomanda di conservarla separatamente dalla frutta».

 

Patate
«La patata è ricca di fecola (amido, un carboidrato complesso), povera di grassi, e costituita per ¾ di acqua. Contiene vitamina C e rappresenta una interessante fonte di fibre (una patata fornisce il 10% dell’apporto di fibre quotidiano). Le patate a buccia rossa o blu contengono sostanze nutritive differenti rispetto alla patata a buccia bianca. Esse devono il loro colore agli antociani, pigmenti colorati che hanno la funzione di antiossidanti. Conservare le patate al riparo dalla luce e al fresco, ma evitare la conservazione in frigorifero. Contrariamente a quanto si sente, la patata non è nemica della linea. Grazie al suo apporto di carboidrati, rappresenta una fonte valida di energia, e trova regolarmente il suo spazio nella nostra alimentazione. Ha un apporto energetico minore rispetto ad altri cibi che contengono carboidrati. In Svizzera ogni anno si consumano ben 45 chili di patate a testa».