Tradizione e territorio

Attualità La bresaola Beretta viene prodotta con grande cura nella regione di origine

Servita come carpaccio con rucola e grana per un piatto estivo veloce e leggero, come farcitura per un panino nutriente e goloso oppure per arricchire un vassoio di salumi e formaggi assortiti, la bresaola non manca mai nelle nostre case. L’importante è sceglierne una di comprovata qualità, come la Bresaola Beretta IGP. Le carni utilizzate provengono da razze bovine selezionate, nella fattispecie Charolaise, Limousine, Blonde d’Aquitaine e Angus. Per la produzione si utilizzano i tagli più pregiati del quarto posteriore del manzo, da dove si ricava la Punta d’Anca, che corrisponde alla fesa privata del muscolo adduttore. Altrettanto importante è la perizia degli addetti nella fase di lavorazione, che prevede la rimozione del grasso, la sagomatura e salagione dei pezzi. A fare la differenza e a rendere unica la Bresaola Beretta IGP e infine la combinazione unica di clima, territorio e saper fare. Il clima secco e ventilato della Valchiavenna e delle Valtellina offre infatti le condizioni ideali per la stagionatura delle carni, permettendo di ottenere un prodotto naturale e genuino, preservato intatto nel corso dei secoli.