Un viaggio ai confini della natura

Novità Lo scrittore ticinese Federico Iannaccone, già autore dei due bellissimi libri di successo «Come radice nella pietra» e «Un ultimo fiocco di neve» con protagonista il suo cane trovatello Frida, ha da poco pubblicato il nuovo romanzo «Il profumo della natura». Lo abbiamo incontrato

Federico, innanzitutto, come sta Frida?  Frida è sempre più anziana e affaticata ma sta bene. La nostra storia d’amore continua.

Di cosa parla il tuo nuovo romanzo e dove hai trovato l’ispirazione per scriverlo? I miei romanzi sono sempre tratti da storie vere. Per riuscire a trasmettere al lettore delle emozioni ho bisogno di viverle prima sulla mia pelle. L’anno scorso ho deciso di coronare un sogno che mi portavo dietro fin da bambino, incontrare l’orso bruno nel suo habitat naturale, senza protezioni, senza aiuti, diventando parte del suo stesso mondo. In quelle terre selvagge tra Finlandia e Russia ho vissuto un’esperienza che doveva essere raccontata. Ecco perché ho scelto di condividerla attraverso questo libro.

Perché i lettori dovrebbero acquistarlo? Perché viviamo in un mondo in cui i sogni vengono troppo spesso messi da parte. Questo libro ci dimostra che se si desidera davvero qualcosa, se si spegne ogni tanto il cervello e si segue solo il proprio cuore, tutto diventa magicamente possibile.

Cosa vorresti dire loro? Se avete un sogno, inseguitelo. Non rimandate, non rinunciate. Potrete fallire, è vero, ma con la delusione si può convivere con il rimpianto invece no.

Perché sei diventato scrittore? Ho sempre amato i libri perché sono capaci di trasportarti là dove non puoi arrivare. Grazie a loro ho potuto vivere mille vite senza nemmeno uscire di casa. Poi, ad un certo punto, iniziai a desiderare delle avventure tutte mie e decisi che avrei permesso, a chiunque lo avesse desiderato, di viverle insieme a me. Ecco perché scrivo.

Qualcosa di interessante su di te? Sono una persona che ama vivere intensamente ogni istante della propria esistenza. Non do mai niente per scontato. Il profumo di un fiore, un tramonto, il rumore del vento, la pioggia che cade. Queste le cose che mi emozionano davvero. Mi piace riconoscere la vita in ogni respiro.