Una Tradizione Che Non Smette Di Ingolosire

Attualità Una Pasqua con il capretto è per molti un must. Per questa e altre preparazioni esclusive gli specialisti delle macellerie Migros Ticino sono a vostra disposizione con consigli e suggerimenti personalizzati affinché possiate creare dei menu sfiziosi e squisiti. Abbiamo incontrato Moreno Bonzani, macellaio presso la nuova filiale di Riazzino, e ci siamo fatti raccontare quali specialità pasquali vale la pena portare in tavola…

Signor Bonzani, quali sono le prelibatezze più richieste durante il periodo pasquale? Tra i piatti della tradizione non manca naturalmente mai il saporito capretto. Altre prelibatezze particolarmente apprezzate dalla clientela sono l’entrecôte di manzo irlandese, il maialino da latte, il gigot d’agnello, l’agnello da latte oppure ancora tagli nobili quali il filetto e lo scamone di manzo Black Angus svizzero.

Che cosa rende così particolare la carne di capretto? Sicuramente la sua tenerezza e l’aroma delicato. Essendo già particolarmente saporito di suo, il capretto andrebbe condito con moderazione per non alterarne le caratteristiche. Questa carne inoltre contiene pochi grassi, ma in compenso è ricca di preziose proteine. Infine, è facilmente digeribile.

Come si cucina questa carne? Una delle più classiche ricette del periodo pasquale è decisamente il capretto cucinato al forno a tocchetti. Questa gustosa carne può essere però anche preparata in umido, in padella oppure alla griglia. Erbette aromatiche quali rosmarino, timo, menta, salvia, coriandolo si sposano bene con il capretto.

Quali sono le parti più apprezzate? I tagli più ricercati e carnosi sono quelli della zona posteriore dell’animale, vale a dire le cosce, la sella e una parte del carré. Le parti anteriori (spalla, collo e petto), anche se meno ricche di carne, contribuiscono tuttavia ad esaltare il sapore della pietanza.

Da dove proviene la carne di capretto in vendita a Migros Ticino? Gran parte dei capretti provengono dalla Francia, dove esiste una lunga tradizione nell’allevamento caprino. Una quantità limitata arriva però anche dalla Svizzera e dal Ticino. Coloro che preferiscono il capretto nostrano, possono riservarlo rivolgendosi alle nostre macellerie.

Capretto al forno La ricetta tradizionale
Ingredienti per 4 persone 1,5 – 2 kg di capretto tagliato 2 cucchiai d’olio d’oliva extravergine 4 rametti di rosmarino 2 foglie di salvia 4 spicchi d’aglio 100g di burro ½ litro vino bianco secco sale e pepe
Preparazione Preriscaldare il forno a 170-180 °C. In una pentola, rosolare per bene il capretto nell’olio d’oliva. Dimezzate l’aglio, privatelo del germoglio verde e tagliatelo a fettine. Staccate gli aghi dai rametti di rosmarino e uniteli al capretto, assieme all’aglio e alla salvia. Salate la carne. Unite il burro a tocchetti e mescolate il tutto. Cuocete il capretto nel forno per ca. 90 minuti. Bagnate con il vino e continuate la cottura per ca. 20-30 min. Regolate di sale e pepe.