Zucche Bio: La Natura A Casa Propria

Attualità: Gli ortaggi Migros-Bio di produzione svizzera crescono in armonia con la natura senza l’impiego di sostanze artificiali. Acquistandoli si fa qualcosa per sé e per l’ambiente. Adesso è il momento delle gustose zucche biologiche, vere bombe di vitamine e sali minerali.

Hokkaido o Potimarron
Facile da cucinare, bella e dall’aroma che ricorda le castagne: questa è la carta d’identità della zucca Potimarron o Hokkaido. È un ortaggio perfetto per preparare gratin, zuppe, gnocchi, risotti e dessert, ed è amata in modo particolare dai bambini. Di piccola taglia, possiede una buccia dal colore rosso mattone è una polpa soda giallo-arancio. Può essere consumata con la buccia.

Butternut
La Butternut è una zucca molto saporita, il cui gusto ricorda la nocciola. È apprezzata anche perché è adatta a essere farcita e gratinata in forno, per esempio, con della carne macinata. La sua buccia sottile è commestibile, ma può essere eliminata facilmente con un pelapatate. Si conserva bene per più settimane ed è ottima anche consumata cruda in un’insalata autunnale oppure per preparare vellutate e zuppe.

Moscata di Provenza nostrana
Coltivata dall’orticola Locarnini di Sementina, azienda attiva da oltre vent’anni nella produzione biologica, la zucca Moscata di Provenza si contraddistingue per il suo delicato sapore che ricorda lievemente la noce moscata. Ha una buccia coriacea che andrebbe eliminata prima di essere cucinata. L’aroma della zucca si sposa davvero bene con il peperoncino e lo zenzero. È apprezzata per la preparazione di zuppe, minestre, dolci, marmellate o composte.

 

Vellutata di zucca con salvia croccante
Preparazione Sbucciare la zucca (p.es. delle varietà Butternut, Moscata o Hokkaido) e tagliarla a piccoli cubetti di ca. 1 cm. Farla appassire nell’olio insieme ad una cipolla tritata finemente per 5 minuti, bagnarla con del brodo di verdura fino a coprire completamente il tutto. Cuocere con il coperchio per una trentina di minuti e, poco prima di togliere la zucca dal fuoco, aggiungere un po’ di panna. Frullare il tutto con un frullatore a immersione e condire con sale, pepe e, a piacimento, tabasco. Servire la vellutata guarnita con delle foglie croccanti di salvia rosolate brevemente nel burro.