Delicatezza mediterranea

Attualità Il carciofo è un ortaggio che fa bene alla salute ed è considerato una prelibatezza culinaria. Questa settimana alla Migros trovate i cuori di carciofi in offerta speciale

Per crescere bene il carciofo necessita di un clima con inverni miti e sbalzi di temperatura contenuti. Ecco perché oggi viene principalmente coltivato nel bacino del Mediterraneo, in particolar modo nell’Italia meridionale, Spagna e Francia. L’Italia è considerata tra i principali produttori di carciofi a livello mondiale. L’ortaggio deriva dal cardo selvatico e se ne mangia la parte interna del fiore (il cuore), quest’ultimo composto da infiorescenze, dette capolini, ricoperte di brattee spinose che possono avere colore verdastro o violaceo. Oltre a possedere un gusto delicato che spazia dal dolciastro all’amarognolo, dal punto di vista nutrizionale al carciofo vengono attribuite proprietà diuretiche e disintossicanti – grazie alla presenza di cinarina – , ha pochissime calorie e un’elevata quantità di fibre. Inoltre, contiene diversi sali minerali quali potassio, ferro, calcio, magnesio ed è privo di grassi. In cucina il carciofo una volta tagliato annerisce rapidamente, pertanto è bene passarlo prima in acqua acidulata con succo di limone se si vuole consumare crudo in insalata. La stessa regola vale se si intende lessarlo: aggiungete all’acqua di cottura qualche goccia di limone. Se si acquistano i carciofi interi, occorre eliminare le foglie esterne più coriacee. I carciofi sono molto apprezzati anche fritti, per esempio passati prima in una pastella all’uovo; grigliati dopo essere stati conditi con olio, aglio, prezzemolo e sale; oppure saltati brevemente in padella con un po’ di olio di oliva. Naturalmente il carciofo è molto amato anche sott’olio: un grande classico tra gli antipasti della cucina mediterranea che non manca mai sulle tavole italiane.
Il carciofo è una varietà di cardo di cui si consuma il «cuore». Si può consumare sia crudo che cotto. È considerato una vera e propria pianta officinale

LA RICETTA
Carciofi gratinati
Una ricetta semplice a base di cuori di carciofi con una sfiziosa panatura di olive, prezzemolo e pangrattato che accontenta vegetariani e non
Antipasto per 4 persone
• 500 g di cuori di carciofi • 10 olive verdi Diabolo • ½ mazzetto di prezzemolo • 3 cucchiai di pangrattato • sale alle erbe • olio d’oliva per condire
Preparazione
Lessate i carciofi per ca. 20 minuti in abbondante acqua salata con l’aggiunta di qualche goccia di succo di limone. Scolate e lasciate raffreddare. Scaldate il forno a 220 °C. Dimezzate i carciofi e accomodateli in una pirofila. Tritate finemente le olive e il prezzemolo. Mescolate con il pangrattato e condite con il sale alle erbe. Distribuite il composto sui carciofi e irrorate con l’olio d’oliva. Gratinate i carciofi nel forno per ca. 10 minuti.