In Ticino per il Ticino

In Ticino per il Ticino

La Cooperativa ha da sempre una politica chiara: i punti centrali della propria filosofia sono il rafforzamento del già intenso radicamento territoriale, la valorizzazione del carattere locale e la risposta in termini di beni e servizi ai bisogni specifici della popolazione del Ticino e Moesano, con un occhio di riguardo all’ambiente e alla sostenibilità.

La Cooperativa ha da sempre una politica chiara: i punti centrali della propria filosofia sono il rafforzamento del già intenso radicamento territoriale, la valorizzazione del carattere locale e la risposta in termini di beni e servizi ai bisogni specifici della popolazione del Ticino e Moesano, con un occhio di riguardo all’ambiente e alla sostenibilità.

Pur essendo membro di una federazione di aziende che opera a livello nazionale, la Cooperativa regionale Migros Ticino è una società autonoma ticinese: è infatti domiciliata a Sant’Antonino ed è di proprietà degli oltre 100’000 soci iscritti al suo registro. I suoi soci sono residenti nella Svizzera italiana, così come lo sono i membri del Comitato di direzione, quelli del Consiglio di cooperativa e quelli del Consiglio di amministrazione.

Migros Ticino è un’azienda locale da sempre interessata allo sviluppo economico, sociale e culturale della regione nella quale opera, che contribuisce concretamente alla qualità della vita dei ticinesi. Il mandato della Cooperativa non consiste infatti nel generare utili e nel versare dividendi, bensì nel mettere a disposizione della popolazione del Ticino e Moesano merci e servizi di qualità a condizioni vantaggiose, nei suoi diversi ambiti d’attività. Ambiti che comprendo il commercio alimentare e non alimentare, la ristorazione, le enoteche Vinarte, il sostegno a un ricco cartellone di eventi culturali per mezzo del Percento culturale, la pubblicazione di Azione, settimanale d’informazione e cultura, e la promozione di forma fisica e benessere con i centri Activ Fitness Ticino.

Nell’esercizio delle sue attività commerciali e non, Migros Ticino promuove attivamente e costantemente progetti con partner e fornitori locali: l’indotto nell’economia cantonale – tra salari, acquisti di merce e consulenze – è mediamente di oltre 200 milioni di franchi l’anno, pari fino al 40 percento degli incassi della cooperativa. In questo contesto, negli scorsi anni è stata realizzata una cifra d’affari di quasi 25 milioni di franchi con i prodotti a marchio «Nostrani del Ticino», cui si aggiungono circa ulteriori 30 milioni di franchi provenienti dalla vendita di prodotti della regione senza label. Tra questi figurano ogni anno pure quelli elaborati artigianalmente nei laboratori protetti delle fondazioni Diamante, La Fonte, OTAF e San Gottardo, ai quali Migros Ticino riversa gli interi ricavi effettuati.

L’impegno sociale di Migros Ticino a favore della regione è poi nuovamente sottolineato dalla percentuale di residenti impiegati: oltre il 90 percento dei quasi 1500 collaboratori. Inoltre, per statuto l’azienda per mezzo del Percento culturale – e questo è probabilmente un unicum a livello mondiale – deve destinare annualmente l’equivalente dello 0,5 percento della sua cifra d’affari, circa 2,5 milioni di franchi, al sostegno di iniziative in ambito culturale, sociale, formativo ed economico promosse sul nostro territorio.

Un altro fattore chiave della filosofia aziendale di Migros Ticino è rappresentato dalla piena sostenibilità: la Cooperativa punta fortemente sulle nuove tecnologie per aumentare l’efficienza delle proprie filiali, lavorando quotidianamente per ridurre l’impatto ambientale delle proprie attività, con investimenti in sistemi, impianti e metodi di lavoro moderni e razionali. Si sforza da anni per migliorare la gestione delle merci, mantenendo il volume degli scarti alimentari il più basso possibile e per ridurre sensibilmente gli imballaggi, rendendoli nel contempo rispettosi dell’ambiente e pienamente recuperabili. Opera sempre più grazie a energie pulite e ha installato sulle proprie infrastrutture impianti fotovoltaici con una potenza totale che sfiora i 2’000 Megawatt ora per anno (MWh/a), ovvero il fabbisogno medio d’elettricità di circa 500 famiglie. Veicola le merci quanto più possibile tramite rotaia e nel corso dei prossimi anni sostituirà gradualmente i propri mezzi pesanti, introducendo veicoli total electric e a idrogeno, per ridurre ancor più le emissioni di CO2 nell’atmosfera. In quest’ottica ha anche introdotto una nuova flotta di autovetture aziendali moderne, efficienti e a zero emissioni.