Un sapore unico e inimitabile

Pane della Settimana Il pane Val Morobbia è rustico come la vallata da cui prende il nome. Graziella Rizzi, responsabile aziendale JOWA Ticino, ci ha parlato di questa popolare specialità

Signora Rizzi, il Val Morobbia è uno dei pani più venduti da Migros Ticino. Perché è così apprezzato dalla clientela?
Penso sia un pane apprezzato dalla clientela Migros per il suo carattere di pane artigianale, prodotto esclusivamente con ingredienti del territorio, è legato nella forma, nell’aspetto e nel gusto ai pani di una volta, ai pani più «antichi». Questa bella pagnotta dalla crosta un po’ scura e spolverata di farina, acquista la sua armonia visiva grazie ai suoi bei tagli pronunciati lungo la superficie.

Quali sono i suoi ingredienti e come viene prodotto?
La farina di frumento ticinese utilizzata per la sua produzione è una farina grigia, con un tenore di sali minerali più elevato rispetto alla più usata e comune farina bianca, a cui si aggiunge una parte di farina di segale che favorisce la colorazione più scura ed un maggior assorbimento dei liquidi. La produzione di questo pane richiede una lavorazione curata ed attenta, con tempi di lievitazione molto lunghi che favoriscono la fermentazione lattica responsabile degli aromi che determinano il gusto e la digeribilità del prodotto finito e della sua bella e sviluppata alveolatura.

Come si gusta al meglio?
Si gusta sia appena sfornato, in tutta la sua croccantezza, ma è buono anche dopo un paio di giorni, poiché i suoi aromi e la sua freschezza permettono di mantenerlo un pane eccellente. Il pane Val Morobbia si mantiene infatti fresco a lungo grazie alla sua tipica e caratteristica umidità interna. È anche uno dei suoi pani preferiti? Personalmente è un pane che amo molto, soprattutto abbinato ai formaggi e ai salumi genuini, ma anche in occasione una buona grigliata estiva lo abbino volentieri alle carni o lo preparo sul camino come bruschetta con del pomodoro fresco ed un filo d’olio d’oliva.

Prepara del pane anche a casa?
Lavorando al panificio JOWA e producendo così tante buone varietà di pane, confesso di non dedicarmi anche a casa alla preparazione di un pane casalingo tutto mio. Al massimo se voglio proprio coccolarmi un poco, nei giorni di festa preparo una bella treccia!

Come deve essere un buon pane secondo lei?
Un buon pane per me è fatto di farine coltivate in armonia con la natura, possibilmente ricche di sali minerali – quindi scure o integrali – può contenere diversi cereali e la sua lievitazione deve essere naturale. Insomma, un ottimo pane ha bisogno di ottimi ingredienti, di tempo e di tanta cura. Perché il pane è essenziale nella nostra alimentazione? Il cambiamento delle abitudini alimentari ha portato alla riduzione dei consumi, ma non va dimenticato come il pane sia una fonte significativa di carboidrati, insieme a pasta e riso, e in molti paesi e parte integrante della nostra alimentazione quotidiana.